2011
19
Sep

ALTA ADESIONE ALLA PROTESTA DEI SINDACI CONTRO LA MANOVRA MA CASTELNUOVO NON C’E’

Nutrite le delegazioni di sindaci e assessori che in tutte le province toscane hanno incontrato i prefetti; l’iniziativa di protesta promossa dall’Anci nazionale contro la manovra economica del Governo ha visto in Toscana un’ampia adesione e partecipazione.

A Pisa il gruppo di rappresentanti istituzionali ha formato un corteo dietro uno striscione: «Non si tagliano le città». Durante il passaggio in corso Italia i Sindaci hanno distribuito un volantino che spiegava le ragioni della manifestazione: «Lo Stato continua a sprecare e noi siamo costretti ad aumentare le tasse o a chiudere i servizi».

La  numerosa partecipazione dimostra ancora una volta lo spirito dell’Anci teso a salvaguardare l’autonomia comunale. Il senso di responsabilità istituzionale ha motivato questa mobilitazione, non sono stati  interrotti servizi o sollevate clamorose proteste.

Peccato per l’ assenza dei tre Comuni amministrati dalle liste civiche della Valdicecina:  Volterra, Pomarance e Castelnuovo. Come spesso accade devono distinguersi dagli altri anche in questo particolare momento di crisi economico-finanziaria che richiederebbe coesione contro i pesanti e inappropriati provvedimenti che andranno a gravare sui servizi erogati ai cittadini.

Invia una Risposta