2011
06
Apr

CALIGOLA

L’imperatore Caligola nominava senatore il suo cavallo, oggi Berlusconi ordina alla sua maggioranza di credere nello “zio Mubarak”: non so chi sia più perverso. Oggi, infatti, la Camera dei Deputati ha approvato la richiesta di elevazione di un conflitto di attribuzione, sul caso Ruby, nei confronti dell’autorità giudiziaria. Così facendo i “berluscones” vogliono sottrarre al tribunale di Milano il processo che inizierà domani per trasferirlo al tribunale dei ministri, organo che potrà procedere solo se autorizzato da un voto della Camera dei deputati. L’arroganza di Berlusconi sta assumendo proporzioni davvero inquietanti, nell’uso strumentale delle assemblee parlamentari e nelle modalità trasformiste con cui ne raffazzona le maggioranze: siamo ben oltre il limite della decenza istituzionale. C’è da chiedersi quanto grande sia il timore che Berlusconi ha della giustizia da indurlo a farsi scudo di una maggioranza raccogliticcia e asservita, al punto da utilizzare il proprio voto per negare l’evidenza perfino sulle parentele di Ruby. A quando uno scatto d’orgoglio?

Invia una Risposta