2010
04
Mar

“Il lato destro della Comunità Montana”

Nell’ultima seduta dell’Assemblea CM, il Consiglio ha preso in esame un documento emesso da UNCEM, relativo al “ripristino delle agevolazioni su Gasolio e GPL per le famiglie e le aziende dei territori montani non serviti dal metano”. L’elaborato dell’ente regionale nasce dalla preoccupazione per le misure adottate dal governo nazionale, che potrebbero condizionare e minacciare seriamente le attività economiche e sociali della Valdicecina. Basti pensare alla Riforma Gelmini, al Decreto Calderoli, ai continui tagli al Fondo Sociale Nazionale e alla soppressione del Fondo per la Montagna per rendersi conto che è in atto un disegno, da parte del governo per emarginare i territori e i cittadini più deboli.
I gruppi consiliari di RC e PD sono stati solidali, nel sostenere pienamente quanto asserito da UNCEM al giudizio dell’Assemblea Consiliare; a tutto ciò hanno fatto da contraltare le posizioni assunte dalle liste civiche di Volterra, Pomarance e Castelnuovo V.C. che tendono sempre a minimizzare sulle questioni dove pesa la spada di Damocle del governo Berlusconi – è in questi momenti che i consiglieri del “lato destro” della CM si rifugiano spesso in corner dichiarando la loro estraneità a qualunque schieramento politico!
Forti di tale ipocrita giustificazione i rappresentanti delle liste civiche hanno votato a maggioranza il documento “depurato” da ogni riferimento alle scelte governative che rappresentano la vera causa delle difficoltà allo sviluppo delle aree montane e dei territori economicamente depressi, nei quali diventa sempre più difficile persino il mantenimento dell’attuale livello dei servizi. Così facendo hanno privato i cittadini degli elementi di valutazione politica necessari a comprendere l’impegno della CM nel difendere i diritti di chi vuole continuare a vivere in questi territori che sono continuamente offesi dalle politiche nazionali.
Quando però entra in ballo la Comunità Montana, argomenti come quelli della Bonifica fanno riemergere la vera natura politica delle liste civiche che mettono alla berlina l’organo politico antagonista – la Regione Toscana.
Denunciamo l’atteggiamento di tutti quegli amministratori locali che non hanno l’onestà di prendere una posizione ufficiale sulle questioni territoriali, anche se diversa dalla nostra.
  Capogruppo RC    Dr Ugo Ricotti        
  Capogruppo PD    Simone Pruneti

Commenti disabilitati.