2010
01
Mar

Regionali, Stella Targetti è la candidata del centrosinistra alla vicepresidenza

L’annuncio di Enrico Rossi: “Una donna d’impresa, perché la politica è l’impresa più grande”.

 

Si chiama Stella Targetti, ha 36 anni e viene dal mondo dell’impresa. Sarà lei la vicepresidente della nuova giunta regionale toscana, se Enrico Rossi vincerà le elezioni del 28 e 29 marzo. Il nome della candidata alla vicepresidenza è stato ufficializzato oggi pomeriggio, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sede del comitato “Enrico Rossi Presidente”. Stella Targetti è nata il 25 novembre 1973 a Firenze, dove vive e lavora. Laureata in Economia e Commercio, attualmente è vicepresidente marketing della Targetti Poulsen e membro del consiglio d’amministrazione della Fondazione Targetti. Fa parte della giunta della Confindustria fiorentina. E’ sposata e madre di due bambini. Vive la passione per la politica da quando era all’università. E’ stata coordinatrice dei comitati elettorali toscani per Romano Prodi e responsabile Scuola e Formazione dei Democratici di Sinistra. Nel 2000 ha collaborato con il comitato di Claudio Martini ed è stato membro eletto della Costituente toscana del Pd. “Ciò che mi ha convinto e mi convince di Stella – ha detto Enrico Rossi – è il fatto che è così diversa da me. E’ una donna, è giovane, ha studiato economia e viene dal mondo dell’imprenditoria. La scelta, che ho fatto personalmente, è caduta su di lei perché la squadra che governerà la Toscana dovrà avere la capacità di rappresentare tutta la ricchezza della nostra regione”. Ad unire i due candidati è, come ha spiegato Rossi, “la convinzione che la Toscana ha bisogno di andare più veloce, prima di tutto per dare una risposta al problema del lavoro”. “Non a caso – ha concluso Rossi – ho scelto una donna di impresa: perché la politica è una grande impresa che lavora per il bene di tutti”. Poi la parola è passata a Stella Targetti. “Credo nella politica come motore del cambiamento – ha detto la candidata alla vicepresidenza – e credo nella Toscana come modello di sviluppo. Ringrazio Enrico Rossi per l’opportunità straordinaria che mi ha dato. Un’opportunità che sinceramente spaventa anche un po’, ma si tratta di una tensione positiva che mi aiuterà ad essere sempre attenta e vigile”. Dalla sua decennale esperienza nel mondo dell’impresa, Targetti ha detto che vorrebbe portare con sé “il gioco di squadra e una sana cultura della competizione”. Quello che invece vorrebbe cambiare della politica sono “i tempi dilatati, un problema italiano che fa più danni di quanto immaginiamo”. “E poi – ha aggiunto – porterò il mio contributo di persona normale, di donna e di madre. Sì, perché prima di accettare ho valutato bene la “compatibilità” con la mia vita di mamma che vuole crescere i figli. Enrico ha subito capito questa mia esigenza e questo è stato un motivo in più per accettare la sfida”.

Fonte: Comitato Elettorale Enrico R

Commenti disabilitati.