Archive for October, 2011

AIUTIAMOLI

Monday, October 31st, 2011

  Carissime, carissimi,
di fronte ai terribili danni causati dal maltempo nel Levante Ligure, il Partito Democratico Liguria e il PD della Spezia hanno lanciato insieme un’iniziativa di solidarietà a favore degli alluvionati della zona. Ci troviamo infatti davanti a uno spettacolo devastante con interi paesi sommersi e distrutti da acqua e fango e purtroppo diversi morti.
Il partito regionale e provinciale promuovono insieme una sottoscrizione pubblica per raccogliere fondi da mettere a disposizione dei soccorsi coordinati dalla Protezione Civile e dalle Amministrazioni locali.
L’iniziativa, con tutti i dettagli per effettuare il versamento, è pubblicizzata sul sito www.partitodemocraticoliguria.it e http://www.partitodemocraticolaspezia.it
Come sempre in questi casi è importante che ognuno cerchi di fare il possibile per aiutare i cittadini colpiti da questi tragici eventi. Da parte nostra abbiamo pensato di lanciare questa sottoscrizione aperta a chiunque desideri versare il proprio contributo a favore della popolazione colpita. E’ possibile farlo tramite un versamento sul conto: Banca Carige IT14Q0617510700000003115180 intestato a Partito Democratico Coordinamento della Spezia con causale: CONTRIBUTO POPOLAZIONE SPEZZINA COLPITA DA ALLUVIONE.
Vi chiediamo, se possibile, di diffondere questa iniziativa all’interno dei vostri territori, contribuendo a dar vita ad un movimento di solidarietà nazionale di fronte ad un evento così tragico che ha messo in ginocchio un’intera parte della nostra regione.
Con amicizia e gratitudine.

Lorenzo Basso, Segretario regionale PD Liguria
Moreno Veschi, Coordinatore PD La Spezia

REALE BIS ? NO GRAZIE !!

Wednesday, October 19th, 2011

 Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro e il ministro dell’Interno Roberto Maroni si sono ritrovati d’accordo sulla necessità di una legge “Reale bis” dopo i disordini di piazza avvenuti a Roma sabato scorso. La legge “Reale” permetteva, tra l’altro, l’estensione della custodia preventiva anche in assenza della flagranza di reato.
Io penso che uno Stato serio applica fino in fondo le leggi che sono in vigore. Se invece il primo pensiero corre alle leggi speciali, siamo sulla strada sbagliata. Dal momento che non è accettabile che la capitale venga messa in scacco, il Governo deve capire cosa non ha funzionato e preoccuparsi di mettere in atto i dispositivi che già esistono per prevenire e circoscrivere la violenza dei black bloc.
Nel quadro del sistema legislativo vigente, le forze dell’ordine e l’intelligence hanno gli strumenti necessari per far fronte alla minaccia rappresentata da squadracce come quelle che abbiamo visto all’opera a Roma. Ma dall’esecutivo devono venire indicazioni estremamente chiare e devono essere fornite le risorse indispensabili, mentre da certe parti dell’opposizione dovrebbe venire meno demagogia.

INDIGNADOS

Monday, October 17th, 2011

 

La guerriglia urbana è il metodo più efficace e sperimentato per far tacere le migliaia di persone che invocano futuro e giustizia sociale.

I violenti che hanno provocato questi episodi dovevano essere fermati prima che si scatenassero, dal momento che non sono mancati i segnali di preoccupazione, anche da parte dello stesso sindaco Alemanno.

Le scene cui assistiamo ci rimandano a un copione purtroppo noto.

Questi episodi non devono tuttavia oscurare il fatto che c’è una parte del nostro Paese che rischia di rimanere emarginata e alla quale la politica deve dare presto risposte credibili.